Banner
 
30/05/2013 Progetti
BuonaImpresa! si fa i conti in tasca e collabora con Kublai
L’iniziativa delle BCC-CR per sostenere e tutorare le start up giovanili, BuonaImpresa!, al primo giro di conti mostra segnali positivi e rilancia con la collaborazione al progetto del Ministero dello Sviluppo Economico, Kublai.
 
37 imprese giovanili finanziate e 25 start-up per un totale di 1.3 milioni di euro di finanziamenti, 53% di richieste accolte e 25% ancora “sotto esame”. Sono questi i primi incoraggianti risultati del progetto Buona Impresa! a pochi mesi dal lancio.
 
BuonaImpresa!, iniziativa delle Banche di Credito Cooperativo e delle Casse Rurali, prevede non solo plafond di finanziamenti agevolati (mutuo start up per un massimo di 100 mila euro a 60 mesi a tassi agevolati; leasing strumentale a canoni personalizzati; finanziamenti ad hoc per investimenti in energie rinnovabili e altro ancora), ma anche servizi di assistenza alla progettazione (come tutoraggio e consulenza per sviluppare business plan nei primi 24 mesi). Servizi facilitati da alleanze ed accordi con le principali associazioni imprenditoriali presenti sul territorio che fanno capo a ReteImprese Italia e Confcooperative.
 
Priorità dell’iniziativa è aiutare le buone idee, soprattutto dei giovani, a trasformarsi in progetti. È su questo terreno che è nata la collaborazione tra BuonaImpresa! e il progetto Kublai, promosso nel 2008 dal Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica del Ministero dello Sviluppo Economico.
 
Kublai offre un ambiente collaborativo di progettazione pensato per i creativi che hanno un'idea e, nel contempo, bisogno di aiuto per svilupparla. Come incentivo all’animazione della community (e di sostegno alla progettazione, nell’ambito dell’iniziativa, è nato il Kublai Award (nei mesi di luglio e novembre prossimi previste la prima e la seconda edizione 2013, per informazioni: www.progettokublai.net/iscrizione-kublai-award) rivolto a premiare i migliori progetti.
 
Punti di forza del programma di collaborazione sono lo scambio di informazioni su progetti meritori, la consulenza per l’ulteriore sviluppo dell’idea imprenditoriale, il supporto per la redazione del business plan e l’eventuale valutazione del merito di credito (da parte di esperti delle Banche di Credito Cooperativo).
Con questa iniziativa concreta il Credito Cooperativo conferma il tradizionale affiancamento alle giovani generazioni e il sostegno all’occupazione giovanile.
 
Menu inferiore
 
Footer
© Federcasse Federazione Italiana delle Banche di Credito Cooperativo Casse Rurali ed Artigiane
Via Lucrezia Romana 41/47 - 00178 Roma
Realizzato da Iccrea Banca