Banner
 
21/06/2011 Pensieri e parole
I giovani di vent’anni (in vent’anni)
Prezioso articolo ieri su Il Sole 24 Ore che analizzava a confronto le giovani generazioni dal 1971 a oggi.

L’articolo (“Consumi, figli, lavoro: le rinunce dei giovani”) a firma di Francesca Barbieri era accompagnato da uno specchietto che procedeva a salti di vent’anni dal 1971 a oggi. I dati rilevanti, rimanendo all’oggi, per quel che riguarda l’occupazione è la crescita boom dell’inattività che raggiunge il 71,6% tra gli under 25 (nel 1971 risultavano occupati 4 ragazzi su 10 mentre nel 1991 1 under 25 su 3 risultava senza posto di lavoro). Per paradosso è cresciuto il livello dell’istruzione (45,9% i diplomati e il 15% dei giovani tra 20 e 29 anni). E’ cambiato il modo di stare fuori (meno) o dentro (4 su 10 i giovani a casa coi genitori) la famiglia. Ci si sposa più tardi: l’età è slittata in avanti di sei anni.
Il testo completo dell’articolo lo trovate qui.
Menu inferiore
 
Footer
© Federcasse Federazione Italiana delle Banche di Credito Cooperativo Casse Rurali ed Artigiane
Via Lucrezia Romana 41/47 - 00178 Roma
Realizzato da Iccrea Banca