Banner
 
27/01/2011 Eventi
La banca che vorrei: un concorso di Banca San Giorgio e Valle Agno per le scuole del territorio

La banca che vorrei: era questo il tema del Concorso per i giovani vicentini che Banca San Giorgio e Valle Agno ha proposto alle scuole del territorio, le quali hanno risposto all’invito con entusiasmo, con l’idea di cambiare qualcosa e di poter contribuire magari a svecchiare concretamente l’idea e il modo di fare banca.

Gli elaborati dei ragazzi di IV e V degli Istituti Superiori del territorio di competenza della banca, raccolti ed esaminati, sono stati selezionati e i migliori per idee, suggerimenti, merito e innovazione sono stati premiati. Ai migliori tre elaborati sono stati assegnati 2 mila euro ciascuno che le classi utilizzeranno per un viaggio culturale o per la gita d’istruzione. Un ulteriore premio di 2 mila euro è stato riservato al miglior Istituto, individuato tra quelli che hanno presentato i migliori tre progetti.

Hanno diciotto anni o quasi, sono figli della tecnologia, navigano in Internet e vorrebbero che gli smartphone sostituissero le carte di credito, che dovrebbero essere di più colori in base all’età del correntista e alla sua capacità di guadagnare e di spendere. La banca dei desideri secondo i giovani vicentini è il frutto di un mix di ben 17 ingredienti, che se ben combinati la renderebbero perfettamente moderna ed efficiente. Vorrebbero una banca stile home banking, veloce, sicura, green ovvero attenta all’ambiente e al risparmio energetico, iper-tecnologica, multi-attiva e multi-etnica; una banca dove i giovani sono esentati dal pagamento del bollo e possono godere di alcune opportunità di crescita formativa e professionale: “easy” and “friendly”.

Banca San Giorgio e Valle Agno ha raccolto la sfida dai giovani e con i giovani. L’obiettivo è quello di fare di una banca locale, ben radicata e con quasi 8 mila soci una banca moderna e attenta ai giovani, partendo proprio dalle loro idee e dalle loro proposte, sempre però mediate sul significato dei vecchi Statuti, magari un po’ datati, ma certo mai passati di moda per validità e per spirito. “I risultati di questo concorso ci danno modo di avvicinarci ai giovani, di parlare il loro stesso linguaggio, di formarli ad una cultura cooperativa nel modello di banca - ha spiegato Ilario Novella, presidente di Banca San Giorgio e Valle Agno. Ma da loro dobbiamo anche noi imparare a cambiare e ad accettare alcune sfide: quelle della modernità e dell’efficienza. Abbiamo capito - ha concluso Novella - che collaborando possiamo imparare reciprocamente e ciascuno può trarne vantaggio”.

Menu inferiore
 
Footer
© Federcasse Federazione Italiana delle Banche di Credito Cooperativo Casse Rurali ed Artigiane
Via Lucrezia Romana 41/47 - 00178 Roma
Realizzato da Iccrea Banca