Banner
 
10/01/2011 Eventi
Consegnate 299 borse di studio destinate a giovani meritevoli da Banca San Giorgio e Valle Agno
La Befana vicentina ha portato 299 borse di studio a studenti delle scuole Superiori e dell’Università. L’iniziativa è di Banca S. Giorgio e Valle Agno, che premia e sostiene da oramai 10 anni giovani meritevoli nel loro percorso di studio e di formazione culturale, civile e professionale, valorizzando il loro impegno nella scuola e negli Atenei di tutta Italia. Ma non solo.




Le borse di studio andavano da un minimo di 160 a un massimo di 250 euro. Sono state destinate, inoltre, 3 borse di 2 mila euro ciascuna per Progetti Erasmus all’estero. Per tirare le somme, dal 2005 al 2009 sono stati premiati ben 1.948 studenti, alcuni per più anni di seguito, tutti soci o figli di soci. Finora gli studenti del territorio adottati da Banca S. Giorgio e Valle Agno con il progetto Erasmus sono stati 15, mentre sono 2.250 quelli che negli ultimi 5 anni hanno goduto di una borsa di studio e di altre opportunità indirette messe a disposizione dalla banca per i giovani.

“Con gli studenti abbiamo inaugurato un rapporto basato su un linguaggio comune” ha spiegato il presidente della BCC vicentina, Ilario Novella, alla consegna delle borse di studio che è avvenuta alla Corte degli Aranci di Marano Vicentino nel corso di una festa organizzata dalla banca e interamente dedicata ai giovani. “Con questa proposta – ha proseguito il presidente – stiamo verificando come sia possibile trasmettere con efficacia e immediatezza concetti altrimenti distanti dal mondo giovanile come il senso di responsabilità e il valore del risparmio”.

Novella ha sottolineato come la dimensione “estera” sia “un modo per incentivare la preparazione dei nostri studenti attraverso esperienze di confronto anche culturale maturate fuori dai confini nazionali. Misurarsi con i colleghi studenti europei è sempre una ricchezza e un’opportunità in più per stimolare competitività, risultati e consolidare rapporti di collaborazione e di partnership”.
La formula nuova, molto partecipata e apprezzata per il suo carattere informale, puntava soprattutto sulla ricerca di relazioni costruttive con i giovani per valorizzare progetti e idee.
Menu inferiore
 
Footer
© Federcasse Federazione Italiana delle Banche di Credito Cooperativo Casse Rurali ed Artigiane
Via Lucrezia Romana 41/47 - 00178 Roma
Realizzato da Iccrea Banca