23/07/2013 Magazine
Venture Capital...impariamo dagli USA

Un esempio concreto di successo!


17 e 18 Maggio, Napoli.
Sono queste le date ed il luogo in cui è stata promossa ed organizzata da Vertis SGR - www.vertissgr.it  (società nata 12 anni fa ed attiva nel settore del Private Equity e Venture Capital) una due giorni in cui personalità di primo livello e giovani start–upper si sono confrontati sul tema del Venture Capital, oltre a portarne esempi concreti.

Ma qual è stato il percorso di Vertis e perché il Venture Capital? Nel 2009 la SGR vince un bando della Presidenza del Consiglio e Cassa Depositi e Prestiti per supportare la crescita del Mezzogiorno tramite operazioni di VC. Da allora si innesca un circolo virtuoso che ha portato Vertis ad effettuare 18 operazioni, di cui 10 in co-investimento con altri Fondi e Business Angels, dando vita e slancio ad altrettante start-up.
La forte sinergia con IPE, un’università completamente finanziata da privati, con un primato importante sul placement (a 6 mesi dal conseguimento del titolo, il 100% degli studenti ha un impiego) e con l'università di Napoli Federico II, permettono a Vertis di dare vita ad un incubatore per sostenere e far crescere nuove start-up.

Ad oggi la società ha chiuso un primo fondo di VC, chiamato Vertis Venture, con una raccolta di circa 25 €/mln e a breve sarà operativo Vertis Venture 2 con un obiettivo di raccolta a 60 €/mln. Ed è questo il primo segnale: il secondo fondo sarà 2,5 volte più grande del primo, a testimonianza che in Italia è profittevole scommettere sulle start–up e quindi sui giovani.

Infatti, durante il convegno, sono intervenuti i founder delle start up partecipate da Vertis, raccontando in pitch di pochi minuti l'attività dell'azienda e le future prospettive; dobbiamo dire che tutte ci hanno stupito positivamente ed almeno 3 ci hanno lasciato letteralmente stupefatti! Gli start-upper sono giovani, preparati, sono abituati a confrontarsi a livello internazionale e hanno idee innovative e dalla portata globale.
Oltre agli start-upper molti sono stati gli ospiti di spicco alla 2 giorni organizzata da Vertis; tra i più importanti: Gabriele Cappellini (Amministratore Delegato del Fondo Italiano degli Investimenti), Dario Scannapieco (Presidente Fondo Europeo degli Investimenti), Innocenzo Cipolletta (Presidente AIFI – Associazione Italiana del Venture Capital del Private Equity), Tomaso Marzotto Caortorta (Segretario generale IBAN – Italian Business Angel Network), Vincenzo Boccia (Vice Presidente Confindustria) oltre ovviamente al padrone di casa Amedeo Giurazza (Amministratore delegato Vertis SGR).

Una cosa è certa, il Venture Capital in Italia è ancora giovane e agli inizi (135 milioni di €/mln di investimenti nel 2012 distribuite su 136 operazioni, in forte crescita in valore (+65%) rispetto al 2011); negli USA il fenomeno è ormai consolidato tanto che nel periodo 2003-2010 gli investimenti hanno sfiorato i 153 miliardi di $, dando origine a molte società ora di primario livello (Yahoo, Google, Facebook, ecc). Un’occasione in più per provarci, un’occasione in più per rilanciare il Paese e l’occupazione giovanile!

Michele Centanni e Michele Bonelli

 

 

Menu inferiore
 
Footer
© Federcasse Federazione Italiana delle Banche di Credito Cooperativo Casse Rurali ed Artigiane
Via Lucrezia Romana 41/47 - 00178 Roma
Realizzato da Iccrea Banca